Caos Roma: l’insolito asse Lombardi-Messaggero

Che Virginia Raggi, Sindaca di Roma, abbia difficoltà a comporre la giunta è sotto gli occhi di tutti. 

Ma la campagna d’attacco a oltranza de il Messaggero mi puzza. Caltagirone e Company hanno paura e questo è chiaro e faranno di tutto per sovvertire il voto popolare. Per questo le ripicche dell’onorevole Roberta Lombardi nei confronti della Raggi sono un fianco scoperto che il M5S offre a chi non vede l’ora di tagliarle la testa.

In questo vedo i brutti vizi della politica correntizia che pensa più ai riposizionamenti che al bene della città e al suo buongoverno.

Il 7 luglio si avvicina e le aspettative sono tante. Forse è il tempo di battere i pugni sul tavolo. Ma forte.

Annunci

Perché dico grazie al M5S

Vado a letto dopo i risultati dei ballottaggi. E penso che si debba dire, per la prima volta, a mio avviso, grazie al M5S per due cose:
1. Per aver fatto eleggere due donne sindaco a Roma e a Torino. È da tempo che lo penso che nei periodi di crisi le donne sono quelle che meglio sanno prendere le decisioni e capire le priorità. Cose non da poco.
2. Per aver reagito a queste vittorie non con toni arroganti. Ho ancora nelle orecchie il post referendum sulle trivelle e le dichiarazioni di offesa e dileggio di Renzi. Queste ragazze invece hanno mostrato nelle loro prime dichiarazioni maturità, attenzione e rispetto.

Una lezione per tutti. Governare è difficile ma farlo con umiltà ti dà una marcia in più e rende la strada meno pericolosa.

Per ora, grazie.