Umiliato dai compagni in gita. Puniti i colpevoli e i loro genitori gridano allo scandalo: “Era solo uno scherzo”

Cuneo – Gita scolastica a Roma. I ragazzi si ritrovano tutti in una camera. Un ragazzo viene preso di mira: denudato, deriso, gli rasano i peli, gli spuntano le caramelle e i marshmallow sono utilizzati come “addobbo” sul ragazzo che è sdraiato sul letto. Lui è stanco vuole essere lasciato solo, in pace.

Questi atti e gesti vanno chiamati con il loro nome: torture. E non esagero. Il bullismo è una forma di tortura e umiliazione che in molti casi ha portato al suicidio.

Uno dei compagni filma il tutto. Al ritorno a Cuneo il video inizia a girare. Finisce nelle mani di un professore che ne parla con la Preside. La quale ascolta tutti i ragazzi coinvolti e decide: 14 sospesi.

La reazione dei genitori dei ragazzi sospesi lascia senza parole: «Macché bullismo. Macché violenze. È stato uno scherzo. Forse pesante, ma uno scherzo. Lo sbaglio è una punizione tanto severa».

Altro che cattivi maestri qui ci sono pessimi genitori. Come si dice, il pesce puzza sempre dalla testa. E qui il tanfo è davvero parecchio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...